Strategie e sistemi roulette: quali funzionano veramente

Avete mai sentito parlare di sistema Martingala, strategie progressive e non progressive o di sistemi fisici per vincere alla roulette? Se non lo avete fatto o comunque volete approfondire il tema, siete arrivati sulla pagina che fa al caso vostro. All’interno di questa pagina andremo ad illustrare tutti i principali sistemi roulette, ove troverete d’altra parte anche la descrizione dei vantaggi e degli svantaggi di ciascuno di essi e i suggerimenti in merito alla strategia migliore da adottare in relazione ad ogni tipologia di giocatore.

In linea generale i sistemi per vincere alla roulette possono essere suddivisi in tre macro-categorie: progressivi, non progressivi, fisici. I primi sono basati sul recupero delle perdite derivate da mani sfortunate attraverso scommesse successive di valore più alto. Diversamente, i sistemi non progressivi utilizzano delle sequenze matematiche di numeri o valori di natura statistica per prevedere gli esisti della mano in corso. Ultimi della lista, quelli di natura fisica cercano di individuare alcune caratteristiche concrete o imperfezioni ricorrenti del tavolo roulette in cui si sta giocando – come il modo di lanciare la pallina del croupier o una inclinazione del piano dove ha sede la ruota – in modo da sfruttarle a proprio vantaggio.

Le strategie roulette progressive

I sistemi di puntata di natura progressiva sono in circolazione da moltissimi anni. Tali metodi sono basati sul risultato della piazzata precedente, in base alla quale si decide la modalità di scommessa della mano successiva. In pratica, essi implicano una puntata di valore maggiore, successiva alla perdita della mano antecedente e finalizzata al recupero del credito ad essa correlata. A seguire, troverete una accurata panoramica di questa particolare tipologia di strategie. Buona lettura.

Il sistema Martingala

Una delle strategie roulette più popolari e diffuse in circolazione, grazie alla sua relativa semplicità, è di certo quella denominata Martingala, per via delle sue origini francesi. In sostanza si tratta di scommettere solo su puntate semplici (come rosso/nero, alto/basso, pari/dispari) partendo da una base di piazzata piuttosto moderata e di raddoppiare volta per volta la scommessa in caso di sconfitta. A vittoria ottenuta, secondo questo sistema, è possibile non solo recuperare il denaro già perso, ma anche ottenere un piccolo profitto pari al volume della scommessa originaria. Dal momento che si piazzano solo puntate semplici, le opportunità minime di vittoria sono di base 50:50 e possono essere ben accompagnate dalla scelta di una roulette europea o roulette francese con sistema La Partage, al fine di mantenere l’house edge il più basso possibile.

Come usare la semplice strategia Martingala

Infografica che spiega il funzionamento del sistema Martingala, dove vengono illustrati i possibili scenari in caso di esito positivo e negativo di una puntata.

In realtà basta provare questo sistema per rendersi velocemente conto che non è una garanzia di guadagno facile. La statistica e la casualità si sa, spesso non vanno di pari passo e, se è vero che le probabilità 50:50 delle puntate semplici dovrebbero favorire la frequenza delle mani vincenti o quantomeno un’alternanza di giocate vinte/perse, è altrettanto vero che non di rado possano inanellarsi comunque un gran numero di scommesse fallite. Strategia Martingala alla mano, ciò non può che significare un aumento vertiginoso del valore delle puntate da effettuare e il conseguente rapido esaurimento del bankroll a disposizione del player. D’altra parte, in certi casi, bastano 6-7 raddoppi per superare il limite di puntata del tavolo e perdere così l’intero importo scommesso sino a quel momento. Ecco perché la maggior parte dei player che utilizzano questa strategia prediligono tavoli roulette con alti limiti di puntata.

Posta Posta cumulativa Payout Profitto netto
1€ 1€ 2€ 1€
2€ 3€ 4€ 1€
4€ 7€ 8€ 1€
8€ 15€ 16€ 1€
16€ 31€ 32€ 1€
32€ 63€ 64€ 1€
64€ 127€ 128€ 1€
128€ 255€ 256€ 1€
256€ 511€ 512€ 1€

Un ulteriore inconveniente relativo all’utilizzo di questo sistema è rappresentato dai profitti relativamente bassi che possono essere realizzati con essi. Basta dare un’occhiata alla tabella qui a fianco per rendersi conto che, indipendentemente dal numero di volte in cui la scommessa viene raddoppiata, il profitto netto sarà sempre e comunque pari all’ammontare della prima puntata della serie. Pertanto a fronte di un rischio di perdita molto alto, il volume del profitto si rivela decisamente contenuto. Come si dice in questi casi, il gioco non vale la candela.

Per evitare di perdere in sequenza, alcuni giocatori decidono di non piazzare alcuna scommessa fino a quando non si è verificata una serie di mani dello stesso colore. Seguendo questa logica, nel momento in cui escono 5 numeri rossi in successione, si inizia a scommettere puntando su un numero nero, viste e considerate le maggiori probabilità di successo. Questa pratica, tuttavia, si basa su diverse false ipotesi e condiziona parecchio il gameplay. Innanzitutto c’è da dire che le sequenze di numeri dello stesso colore sono così poco frequenti da costringere lo scommettitore ad attendere a lungo prima di piazzare una puntata. Inoltre, non c’è alcuna sicurezza aritmetica che dopo una serie identica di risultati si verifichi un risultato opposto. Alla fine dei giochi, chi usa questi ulteriori stratagemmi non guadagna alcunché se non dei tempi di attesa lunghi prima di iniziare a puntare utilizzando la strategia vera e propria.

La sequenza Fibonacci

Un altro sistema progressivo molto utilizzato nel gioco roulette disponibili sui nostri migliori casinò online è quello comunemente denominato Fibonacci, in onore del matematico inventore di una particolare sequenza numerica. Anche questa tattica, così come la Martingala, può essere utilizzata solo ed esclusivamente su scommesse semplici. Il funzionamento è piuttosto elementare: se perdi una mano, la puntata successiva dovrà ammontare alla somma delle due precedenti. Rispetto al sistema precedente, la progressione del volume di piazzata è dunque relativamente più lenta, consentendo di conseguenza al giocatore di poter rimanere in carreggiata più a lungo. Anche questa strategia comunque comporta uno svantaggio: quando si vince una mano infatti, si ottiene una somma di denaro equivalente solo alle due scommesse precedenti.

Come determinare la scommessa tramite la sequenza di Fibonacci

Infografica che spiega come determinare la scommessa da effettuare avvalendosi del sistema Fibonacci.

Come mostra questa immagine, ad ogni mano persa si fa un passo verso la destra della sequenza numerica, mentre in caso di vittoria si torna indietro nella stessa di due passi. Non appena si raggiunge la puntata iniziale in seno a questo percorso, si può calcolare un profitto netto pari proprio alla scommessa originaria con cui si è iniziato a puntare.

In linea teorica, basta aggiudicarsi un terzo delle puntate per arrivare al profitto. Ciò apparentemente è roba semplice, dal momento che – house edge incluso – si ha circa il 48,3% di possibilità di vincere scommettendo su puntate semplici. Tuttavia, come nel caso della strategia Martingala, anche con questa tattica non si può escludere il rischio di una serie lunga di sconfitte. Di conseguenza, è ancora una volta altamente probabile, vista la natura della strategia, il raggiungimento del limite massimo di puntata per il tavolo con relativa perdita di ingenti somme di denaro.

Il metodo Paroli

Ancora una strategia progressiva: questa volta parliamo del cosiddetto metodo Paroli parecchio diffuso tra i nostri migliori casinò live. In questo caso non si tratta di compensare le perdite precedenti con puntate al raddoppio o al rialzo, ma di incrementare il proprio bottino puntando i profitti delle piazzate vincenti in successione e sperando in una serie di mani positive. Si inizia sempre con una puntata relativamente bassa per poi scommettere gli eventuali profitti in caso di vittoria. Se si inanellano 3 o 4 scommesse in successione, si possono riscuotere le vincite e ricominciare con un’altra serie. Nel caso di sconfitta invece, solo la puntata iniziale va persa.

Sistema Paroli Una serie di 4 puntate
Scommessa Payout
Scommessa 2€ 4€
Scommessa 4€ 8€
Scommessa 8€ 16€
Fine della serie 15€ di profitto netto

Il vantaggio di questo sistema rispetto al Martingala è che si possono scommettere piccole somme e si ha l’opportunità di guadagnare molto. In parole povere, il rischio è ben commisurato alle eventuali vincite ottenibili. Naturalmente, al fine di ottenere profitti significativi, è necessario inanellare una serie di vittorie consecutive. Facendo un esempio pratico: si inizia con una scommessa di 1€, se si ottengono 4 vittorie consecutive scommettendo soltanto le somme vinte si conclude il ciclo con un profitto netto di 16€. Un altro vantaggio del sistema è che non si è limitati a puntare solo ed esclusivamente su piazzate semplici. È infatti possibile scommettere su dozzine, colonne, numeri singoli o qualunque altra puntata. Se la scelta ricade su una puntata più ad alto rischio e dunque con un maggior payout come può essere ad esempio un numero singolo, per ottenere un profitto molto alto non serve più una serie lunga di vittorie consecutive, ma ne bastano due. Naturalmente, la probabilità di una scommessa diretta vincente per due volte di fila è piuttosto scarsa, ma quando accade, i profitti aumentano in maniera massiccia. Una scommessa vincente di 1€ su un numero singolo, ad esempio, consente di ottenere 35€ totali di profitto, che se scommessi successivamente con esito vittorioso su un nuovo numero singolo possono portare al player una somma di ben 1.260€!

Il sistema d’Alembert

Tale sistema prende il nome dal matematico e filosofo francese Jean Baptiste le Rond d’Alembert. In questa particolare strategia di natura progressiva, il monte della puntata aumenta in modo molto lento, differentemente da quanto avviene con le tattiche che vi abbiamo illustrato in precedenza. Andando su un esempio specifico: stabilendo 1€ come monte puntata iniziale si incrementa la piazzata del valore corrispondente ad ogni mano persa e viceversa si diminuisce dello stesso ammontare ogni mano vinta. Se si riesce a tornare alla scommessa iniziale dopo una buona serie di mani positive il profitto netto sarà pari alla scommessa iniziale moltiplicato il numero totale di vincite effettuate.

Sistema d’Alembert: uno sguardo d’insieme su scommesse e payout
Posta Scommessa Profitto/Perdita della mano Posta cumulata Vincite cumulate Profitto netto
1€ persa -1€ 1€ 0€ -1€
2€ persa -2€ 3€ 0€ -3€
3€ persa -3€ 6€ 0€ -6€
4€ vinta +8€ 10€ 8€ -2€
3€ persa -3€ 13€ 8€ -5€
4€ persa -4€ 17€ 8€ -9€
5€ vinta +10€ 22€ 18€ -4€
4€ vinta +8€ 26€ 26€ 0€
3€ vinta +6€ 29€ 32€ +3€
2€ persa -2€ 31€ 32€ +1€
3€ vinta +6€ 34€ 38€ +4€
2€ vinta +4€ 36€ 42€ +6€
1€ vinta +2€ 37€ 44€ +7€

Il vantaggio di questo sistema è chiaramente la lenta progressione dell’importo scommesso che consente di non perdere subito il proprio bankroll né tantomeno di raggiungere rapidamente i limiti massimi di puntata consentiti dal tavolo, sebbene ciò dipenda sempre da un’equa distribuzione tra vittorie e sconfitte. Nel caso in cui il numero di mani perse sia nettamente maggiore non si può che parlare di perdita complessiva.

In circolazione ci sono molti altri sistemi roulette progressivi che consentono di aumentare la posta in gioco mano dopo mano con una relativa lentezza. Vale qui la pena di menzionare il sistema Labouchère, il Montante Hollande, la progressione di Whittacker, quella di Goldstein e la tattica Fitzroy. Tutti molto simili a livello strutturale con vantaggi e svantaggi pressoché identici.

I sistemi non progressivi

A differenza dei sistemi di scommesse di natura progressiva, il valore delle puntate delle strategie qui in oggetto non è influenzato in alcun modo dai risultati delle mani precedenti. Questi ultimi servono infatti solo a fornire delle indicazioni di minima in merito ai numeri che potrebbero uscire successivamente. In poche parole, favoriscono semplicemente un processo di previsione che, come tale, non è di certo infallibile.

Giocare i numeri

Si parla qui di scommesse sui numeri singoli e sull’osservazione diretta e calcolata del loro ritardo effettivo all’interno delle sessioni di gioco. Chiaramente a maggior ritardo corrisponderà una maggior possibilità di apparizione degli stessi, quantomeno se si segue la cosiddetta legge dei grandi numeri. Essa prevede infatti una loro equa distribuzione all’interno di una qualunque sequenza casuale. Com’è logico aspettarsi, tutti i numeri che si fanno attendere sulla ruota della roulette vengono per questo chiamati “ritardatari”.

La legge dei due terzi alla roulette
La distribuzione media dei numeri roulette nell’arco di una completa rotazione (37 giri)

Un diagramma a torta mostra le percentuali di frequenza dei differenti numeri nell'arco di una completa rotazione. I dati rilevati sono i seguenti: il 36.3% dei numeri non appare mai, il 37.3% appare solo una volta, il 18.6% appare due volte, il 6% appare tre volte e l'1.7% appare quattro o più volte. Dunque il 26% di tutti i numeri appare due o più volte.

Una strategia diametralmente opposta a quella appena sopra descritta si prefigge al contrario di scommettere su numeri singoli già usciti nei turni di gioco precedenti. Tale tattica fa sua la cosiddetta legge dei due terzi secondo la quale la distribuzione in 37 round consecutivi dei numeri presenti sulla ruota vede circa il 36% dei numeri non vincenti, il 27% che appare una volta e il 25% che esce due o più volte in totale, come ben illustrato nel grafico a torta soprastante. Tale ulteriore approccio è però basato sulla legge dei piccoli numeri, pertanto si rivela alla lunga poco affidabile. Ma del resto, tutte le strategie fin qui menzionate ed illustrate non sono dichiaratamente infallibili.

La strategia James Bond

Una tattica particolarmente in voga tra i nostri player nazionali più spregiudicati è la cosiddetta strategia James Bond. Com’è facile dedurre, il suo nome deriva dal celebre investigatore privato dei romanzi di Ian Fleming, inventore di un metodo di gioco roulette del tutto particolare. Condizione preliminare per poterla attuare è un budget che possa consentire al player in questione di scommettere 200€ per mano. La strategia consiste infatti nel puntare contemporaneamente diverse quote su diversi tipologie di scommesse con altrettanto differenti payout. Nella fattispecie: 140€ sui numeri che vanno dal 19 al 36, 50€ sui numeri che vanno dal 13 al 18 e 10€ cosiddette di “assicurazione” sul numero singolo 0. Ciò consente di lasciare “scoperta” dalle piazzate solo una piccola parte della ruota e di poter guadagnare delle somme cospicue in caso di vittoria. La controindicazione di questa strategia consiste nella voluminosa perdita del proprio bankroll nel caso di più mani con esito negativo. Ragion per cui essa è altamente sconsigliata a tutti coloro che non partono con una base economica cospicua.

I sistemi fisici

Quest’ulteriore tipologia di strategie mira a prevedere quale numero uscirà sulla ruota in base ad alcuni difetti riscontrati sulla ruota stessa o a delle azioni ricorrenti del croupier. Approfondiremo tali tattiche nei successivi paragrafi, per questo motivo vi consigliamo di proseguire la lettura.

Ruote truccate

Parecchi giocatori professionisti sostengono di riuscire ad utilizzare a loro favore eventuali difetti o imperfezioni della ruota. Quantomeno nei casinò fisici, infatti, può capitare che non tutte le ruote siano al 100% efficienti e che presentino delle anomalie ricorrenti in grado di favorire il ripresentarsi di alcuni numeri rispetto ad altri. Tali difetti tecnici sono solitamente dovuti ad imperfezioni di fabbrica o ad installazioni della ruota non accurate. Ad esempio, essa potrebbe essere stata posizionata in origine non a livello causando di conseguenza con maggior frequenza l’uscita di alcuni numeri. Tali caratteristiche della ruota sono tuttavia molto difficili da individuare e di conseguenza da sfruttare a proprio vantaggio. Molto difficile del resto che un qualunque giocatore, fosse anche un navigato professionista, possa avere un occhio a tal punto acuto da accorgersene.

Il lancio della pallina da parte del dealer

Rappresentazione visiva della diversa velocità della pallina quando viene lanciata dal croupier all'interno della ruota della roulette in senso orario e antiorario.La direzione e la velocità della ruota quando la palla è lanciataLa velocità della palla lanciata in direzione opposta

Un altro sistema utilizzato spesso dai professionisti per azzeccare le puntate sulla roulette è quello di osservare attentamente le azioni del croupier e valutare se il ricorrere di alcune di esse possa favorire l’uscita sulla ruota di certi risultati. Un gesto particolarmente preso in considerazione dai giocatori più navigati è, ad esempio, il lancio della pallina. Solitamente tali player valutano la velocità della ruota, il punto in cui essa viene lanciata e come viene scagliata per prevedere in quale settore andrà a posizionarsi e di conseguenza ottenere più probabilità di vittoria.

Uno degli argomenti che i player portano avanti per avallare tale strategia è che ogni croupier ha la propria routine nel lanciare la pallina o quantomeno un modo piuttosto costante di farlo. I criteri presi in osservazione sono la velocità e l’angolazione, parametri che possono essere utilizzati come indicatori in merito all’esito finale del giro di ruota. Tutto ciò, seppur verosimile, è plausibile fino ad un certo punto, giacchè anche una minima variazione relativa al suddetto lancio può infatti portare ad un risultato profondamente diverso. Altresì bisogna prendere anche in considerazione la reazione della pallina all’impatto con i diamanti posti sulla ruota o con i margini delle caselle numeriche, urti che possono modificare in modo significativo il suo percorso. Nel complesso, si tratta di un numero di variabili così ampio da rendere impossibile prevedere ad ogni lancio un risultato accurato. Ecco perché anche questa strategia, se ben analizzata, non può che risultare poco utile a migliorare le possibilità medie di vittoria di ogni giocatore.

Esistono trucchi roulette per vincere?

La risposta è molto semplice: non ci sono in circolazione dei trucchi roulette infallibili. È stato infatti dimostrato matematicamente che nessun sistema può tradursi in un metodo che consenta di acquisire illimitatamente un profitto. Specie le strategie di natura fisica, sono ben lontane dal produrre dei risultati in tal senso soddisfacenti. Le roulette difettose difficilmente sono individuabili, e quando hanno un’imperfezione evidente vengono subito messe a posto dal casinò. D’altro canto la previsione del movimento della pallina in base alla velocità o alla tipologia del lancio effettuato è resa altrettanto inverosimile da un gran numero di fattori concomitanti e imponderabili.

Quali sono dunque le migliori strategie roulette?

Dopo avervi illustrato le principali strategie roulette prese in considerazione dai player più navigati e aver altresì verificato che non esiste effettivamente un metodo universale ed infallibile che spiega come vincere alla roulette online, passiamo qui in rassegna una serie di suggerimenti che possono farvi tornare con i piedi per terra e migliorare la vostra esperienza di gioco.

Esplora i vari titoli roulette ed esercitati giocando in fun mode

La prima cosa da fare quando si è poco esperti, o quantomeno quando ci si è appena registrati presso un casinò e non si conoscono ancora bene i suoi giochi roulette, è quella di dirigersi sulla sezione ad essi dedicata e provarli tutti in fun mode. La versione demo di ogni prodotto è infatti identica a quella corrispondente del catalogo che permette di scommettere con soldi veri. Potete dunque allenarvi simulando strategie differenti o semplicemente osservando come si sviluppa il gameplay nelle diverse varianti presenti in catalogo, il tutto chiaramente senza perdere un soldo e compromettere il vostro bankroll.

Stabilisci un budget massimo per ogni sessione di gioco

Un consiglio di carattere generico, in effetti applicabile ad ogni tipologia di titolo in catalogo, è quello di stabilire un budget massimo, ovvero il bankroll effettivo che si vuole portare complessivamente sul tavolo in un’intera sessione di gioco. A prescindere dalle sue risorse economiche, ogni player dovrebbe infatti decretare a priori una somma totale da mettere in gioco ogni volta che si siede ad un tavolo. Se si gioca alla roulette poi, e se si è in un certo senso degli habitué delle strategie progressive di puntata, tutto questo può tornare davvero utile.

Comincia a giocare effettuando puntate esterne

Un altro consiglio assennato per un gioco altamente responsabile è quello di cominciare a scommettere su una qualsiasi ruota roulette a partire dalle puntate più semplici (pari/dispari, rosso/nero), ovvero tutte quelle che contengono le stesse possibilità di vittoria del banco, fatto salvo l’house edge. Non si tratta però solo di avere più probabilità di aggiudicarsi la scommessa, ma di non perdere tutto e subito a causa di mosse spregiudicate o comunque di non compromettere lo svolgimento generale della sessione di gioco.

Prova diverse strategie ma non “fissarti”

Come abbiamo visto, ci sono tantissime strategie per giocare alla roulette attualmente in circolazione. Davvero difficile trovare un appassionato di questo gioco che non abbia provato in vita sua una qualunque tattica tra quelle maggiormente diffuse, o anche più di una. La maggior parte dei giocatori tende ad alternare le strategie anche e soprattutto per movimentare la sua esperienza di gioco. Questo è un approccio effettivamente “sano” perché consente al giocatore di non fissarsi maniacalmente su un singolo metodo, anche perché, come abbiamo visto, nessuno di questi è infallibile.

Prova la roulette americana ma scegli più spesso quella europea

La roulette americana con il suo doppio zero di certo ci affascina e in realtà sarebbe anche un peccato non provarla, che sia per puro diletto o semplice curiosità. I più esperti di voi la conosceranno bene, ma sanno anche che è molto più conveniente puntare e scommettere su una versione a scelta tra quella europea e francese per via di un house edge molto più basso: si passa infatti dal 5.26% del modello a stelle e strisce al 2.70% delle varianti nostrane. Una differenza di non poco conto. E dunque “ruote e buoi dei paesi tuoi”, verrebbe da dire.

Se vinci fermati e torna a giocare qualche giorno dopo

Altro consiglio non applicabile al solo gioco della roulette, ma ad essa particolarmente adeguato per via del carattere imponderabile dei suoi risultati è quello di non sfidare troppo la sorte a seguito di una cospicua vincita. E dunque se si azzecca un numero singolo e si ottiene un profitto netto decisamente alto, la cosa da fare è incassare e fermarsi. La natura assolutamente casuale del gioco può spingere molti a ritentare la fortuna e a perdere tutto: non fatelo. Tornate qualche giorno dopo, vi assicuriamo che tutto ciò è solo un bene.